Intervista a Debora Benincasa

a proposito di

Theo — Storia del cane che guardava le stelle

Theo — Storia del cane che guardava le stelle è il nuovo libro di Debora Benincasa, uscito a ottobre con SuiGeneris Edizioni. Ne parliamo un po’ con l’autrice.

Perché hai deciso di scrivere su Theo Van Gogh?

La storia del libro è un po’ particolare: nasce, infatti, come spettacolo di cui ho fatto la drammaturgia. L’idea principale in realtà non è venuta a me, ma a Marco Gottardello: lui ha avuto quest’idea iniziale, un nucleo, che poi mi ha chiesto di sviluppare. Era un…


Ci hanno copiato il nostro libro “Il Morandazzo”, diffidate delle imitazioni

Diffidate delle imitazioni

Abbiamo appena appreso, grazie anche a delle segnalazioni, la notizia dell’uscita di un libro che è un’evidente imitazione del libro da noi pubblicato nel 2016: Il Morandazzo, i film in tre righe come non li avete mai visti, di cui è prevista l’uscita del terzo volume e che abbiamo ampiamente pubblicizzato. Non faremo nomi e non diremo il titolo, ma invitiamo i nostri lettori a diffidare delle imitazioni e se possibile smascherarle.

Il Morandazzo di Massimo Pica — diffidate delle imitazioni

È una copia del libro Il Morandazzo non solo nel formato, ma anche nella…


Alda Merini, “nata il ventuno a primavera” nel 1931, dedica la sua vita alla letteratura e alla scrittura. Una poetessa che riesce a convertire il male esistenziale dovuto all’esperienza nei manicomi in poesie graffianti, di inesprimibile tensione e, al contempo, di vitalità.

Nelle sue opere trasforma i pensieri in prosa e poesia, rendendoli comprensibili a tutti coloro che le stanno intorno, perché quello è l’unico strumento che ha per far parlare la sua anima, spiegando quel dolore tremendo che si porta dentro.

“A te che mi chiedi

come si fa a scrivere,

io dico:

avendo dentro un dolore tremendo.

Esordisce…


La politica del Salone Internazionale del Libro di Torino 2019

Un paio di giorni fa ho partecipato alla terza riunione in tre anni al Circolo dei Lettori per discutere dell’assetto del Salone Internazionale del Libro di Torino.

Se anche quest’anno avete pensato “si farà oppure no?”, state tranquilli, anche quest’anno si farà. Le date ci sono. Intorno al 24 gennaio il marchio dovrebbe essere acquisito dall’associazione Torino città del Libro che si occuperà della parte commerciale, mentre il Circolo dei Lettori di quella culturale; la sede sarà sempre Lingotto. …


Il Salone del libro di Torino si farà!

Anche quest’anno indagati e rallentamenti, ma arriva la comunicazione agli editori di non preoccuparsi, perché il Salone a Torino ci sarà! Dunque diffondiamo il verbo e siate numerosi come l’anno scorso.

La Fondazione del Libro è stata messa in liquidazione nell’attesa che nasca il nuovo soggetto Newco che raccoglierà la sua eredità. L’organizzazione del Salone del 2018 è stata garantita dalla Regione e dal Comune con una soluzione ponte, mettendo a disposizione le risorse e le strutture necessarie attraverso il Circolo dei lettori (Regione) e la Fondazione per la cultura (Comune). Allo stesso tempo, si è avviato l’iter per la costituzione della nuova fondazione (Newco) che dovrà curare la realizzazione del Salone dal 2019 in poi.


“Non ci sono più le mezze stagioni”, “quando c’era lui i treni arrivavano in orario”, “fortunato nel gioco, sfortunato in amore”, sono solo alcuni dei luoghi comuni che si sentono dire spesso in giro. Ma chi ha la passione per la lettura o chi lavora nel mondo dei libri ne sente altri che sono spacciati per verità assolute. Di seguito diamo un piccolo censimento (e relativa demolizione) dei migliori.

· I libri sono cibo per la mente

Lo slogan preferito di ogni Pubblicità Progresso per l’incentivo alla lettura, che poteva avere un qualche tipo di impatto per i primi due…


Argomento scottante per la rubrica L’Pollice dei libri del mese della casa editrice SuiGeneris.

Nel discorso per la cerimonia di premiazione del Nobel, Eugenio Montale prova a individuare come e perché la poesia sia nata: per mio conto, se considero la poesia come un oggetto ritengo ch’essa sia nata dalla necessità di aggiungere un suono vocale (che è la parola) al martellamento delle prime musiche tribali. Questa forma letteraria si sviluppa, quindi, da un bisogno di espressione e comunicazione volto a dar maggior completezza alla forma musicale. Oggi l’urgenza di scrivere versi poetici nasce dal fatto che le persone si…


Debora Benincasa in Antigone — Monologo per donna sola

Testo fondamentale della tradizione mitica occidentale, la tragedia di Antigone, messa in scena ad Atene per la prima volta nel V secolo a.C. da Sofocle, racconta il drammatico contrasto fra due modi diversi di intendere la giustizia. Il conflitto è incarnato da due personaggi: il re di Tebe, Creonte e la giovane Antigone. Il primo vieta la sepoltura di Polinice, accusato di essere nemico della patria; la seconda, sorella di Polinice, trasgredisce la legge appellandosi al diritto divino, preesistente alle leggi imposte dall’autorità pubblica.

“Che cosa terribile quando il giudice equo dà una sentenza iniqua.”

La tragedia ha affascinato numerosi…


George Orwell is watching you ideatori di All time bestseller!

Le peggiori copertine: Questa copertina shall not pass per questo libro!

L’espressione “non giudicare un libro dalla copertina” è entrata ormai nel nostro linguaggio quotidiano a indicare come spesso il giudizio di una cosa o persona rimanga solo in superficie. Alcune piccole e grandi librerie, come la storica Shakespeare and Company a Parigi o l’indipendente Elizabeth’s Bookshop a Sydney, e numerose librerie anche qui in Italia, hanno preso sul serio questo detto: sui loro scaffali, infatti, possiamo trovare dei libri impacchettati con della semplice carta marrone. In questo modo i clienti non possono sapere né titolo, né autore e neanche…

SuiGeneris Edizioni

Casa editrice indipendente, a Torino dal 2014. Narrativa breve, filosofia, teatro, satira. www.edizionisuigeneris.it

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store